ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia, Vicenza in fermento per la manifestazione contro l'ampliamento della base Usa

Lettura in corso:

Italia, Vicenza in fermento per la manifestazione contro l'ampliamento della base Usa

Dimensioni di testo Aa Aa

Vicenza aspetta e intanto incrocia le dita. Sospesa tra la speranza che la grande manifestazione di oggi contro l’allargamento della base militare statunitense si svolga in modo pacifico, e il timore che si trasformi in una vittoria per black block, anarchici, o anche per quei centri sociali del nord Italia che hanno espresso solidarietà per le nuove Brigate Rosse.

La scommessa è che ad isolare i facinorosi sia lo stesso corteo, come spiegano gli organizzatori. “Sappiamo chi si trova all’interno del corteo – sostiene una delle organizzatrici – Noi veniamo per primi, poi ci saranno gli altri manifestanti. E nel momento in cui ci raccoglieremo a Campo Marzo, ci saranno persone incaricate di dividere i diversi gruppi di manifestanti”.

“Vogliamo che gli americani ci invadano come turisti, non come soldati”. Le forze dell’ordine si aspettano l’arrivo di 40 mila persone, ma potrebbero essere molte di più, venute da tutta Italia, anche con treni speciali. La presenza degli agenti sarà volutamente discreta.