ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Abu Omar, rinvio a giudizio per 007 americani e italiani

Lettura in corso:

Abu Omar, rinvio a giudizio per 007 americani e italiani

Dimensioni di testo Aa Aa

Saranno processati tutti gli 007 coinvolti nel sequestro dell’ex imam di Milano Abu Omar. L’uomo era stato rapito il 17 febbraio del 2003 in via Guerzoni a Milano e segretamente trasferito, a bordo di un volo della Cia, in un carcere egiziano per essere interrogato e poi torturato.

Il giudice per l’udienza preliminare, Caterina Interlandi, ha accolto le richieste dei pubblici ministeri Armando Spataro e Ferdinando Pomarici di rinviare a giudizio 26 agenti della Cia e, per concorso in sequestro di persona, anche l’ex capo del Sismi Niccolo’ Pollari, il numero due Marco Mancini e altri funzionari dei servizi segreti italiani. Il dibattimento comincerà il prossimo 8 giugno a Milano.

Il processo dovrà fare chiarezza sulle responsabilità degli 007 americani e italiani. Washington ha ammesso di avere utilizzato gli scali europei per il trasferimento di presunti terroristi in altri paesi, ma ha sempre respinto le accuse di torture su di essi. Tuttavia c‘è cautela anche da parte del governo italiano, che intenderebbe non chiedere l’estradizione degli uomini dell’intelligence statunitense.

Diversa la reazione in Europa: il parlamento europeo ha condannato l’atteggiamento passivo o complice di alcuni stati membri di fronte alle attività segrete svolte in Europa, approvando il rapporto di Claudio Fava sui voli segreti della Cia. L’eurodeputato ha denunciato che tra il 2001 e il 2005 sarebbero stati effettuati almeno 1.245 voli per le “extraordinary renditions”.