ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Abu Omar, rinviati a giudizio 007 americani e italiani

Lettura in corso:

Abu Omar, rinviati a giudizio 007 americani e italiani

Dimensioni di testo Aa Aa

Rinvio a giudizio per gli 007 italiani e americani. A Milano il giudice per l’udienza preliminare, Caterina Interlandi, ha deciso di processare i 26 agenti della Cia coinvolti nel sequestro dell’imam Abu Omar. Il dibattimento inizierà l’8 giugno prossimo.

Il 17 febbraio del 2003 Hassan Mustafa’ Ossama Nasr, noto come Abu Omar, era stato rapito in via Guerzoni a Milano e segretamente trasferito, a bordo di un volo della Cia, in un carcere egiziano, dove fu torturato.

Insieme agli agenti dell’intelligence americana americani potrebbero essere rinviati a giudizio anche l’ex capo del Sismi, Niccolo’ Pollari, il suo braccio destro Marco Mancini e altri quattro funzionari dei servizi italiani, che avevano partecipato attivamente al rapimento del religioso.

Intanto il gup ha respinto l’istanza di rinvio dell’udienza presentata dai legali di alcuni indagati, mentre da Roma il governo ha ribadito di essere contrario alla richiesta di estradizione per gli agenti statunitensi.

Riguardo ai voli segreti della Cia, ha invece reagito con fermezza il parlamento europeo, che ha stigmatizzato l’atteggiamento passivo o complice di alcuni stati membri di fronte alle attività segrete svolte in Europa.

Secondo il rapporto presentato a Strasburgo da Claudio Fava, approvato mercoledi’ scorso con 382 si’, 256 no e 74 astenuti, tra il 2001 e il 2005 i voli segreti dell’intelligence americana in Europa sono stati almeno 1245