ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Energia in cambio di uno stop al nucleare

Lettura in corso:

Energia in cambio di uno stop al nucleare

Dimensioni di testo Aa Aa

Potrebbe essere il primo passo concreto verso il disarmo della Corea del Nord. Nel corso dei negoziati a Pechino è stato definito un accordo che aprirebbe la strada allo smantellamento del programma atomico di Pyongyang. Come contropartita: assistenza energetica.

La maratona delle trattative durata oltre 16 ore si conclude con un risultato positivo secondo il negoziatore statunitense, Christopher Hill: “Ci sono molti aspetti incoraggianti. Mi pare si possa fare un concreto passo in avanti sul tema della denuclearizzazione della penisola coreana” ha detto.

In settembre 2005 si giunse a una intesa, subito saltata dopo il test missilistico nordcoreano del mese successivo. Pyongoyang dovrebbe ricevere 1 milione di tonnellate di petrolio e 1 milione di kilowatt di energia elettrica. Il dialogo a sei – le due Coree, Usa, Cina, Giappone, Russia – s‘è aperto nel 2003. L’attuale accordo deve avere l’approvazione dei rispettivi governi. Anche in quel caso, dicono i negoziatori, nulla assicura che il regime proceda al disarmo.