ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le tensioni con i palestinesi non fermano gli scavi israeliani a Gerusalemme

Lettura in corso:

Le tensioni con i palestinesi non fermano gli scavi israeliani a Gerusalemme

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuove manifestazioni e nuovi fermi di polizia domenica mattina nelle strade di Gerusalemme est, dove le ruspe israeliane hanno ripreso i controversi lavori per la costruzione di un ponte di accesso alla Spianata delle moschee. A dispetto delle tensioni degli ultimi giorni, tuttavia, i lavori proseguiranno con la massima celerità possibile. Il premier israeliano Olmert lo ha detto in apertura della seduta settimanale del consiglio dei ministri, ribadendo che la costruzione di un nuovo ponte, in sostituzione di quello attuale, considerato pericolante, non reca offesa alla religione musulmana e non mette a rischio le fondamenta delle moschee.

Nessun giudizio, invece, sull’accordo raggiunto a La Mecca tra le fazioni palestinesi di Hamas e Fatah, per la formazione di un governo unitario. “Un’intesa che stiamo ancora valutando” dice Olmert, aggiungendo che Israele continua a sostenere gli sforzi diplomatici del Quartetto per il Medio Oriente.

Nessun ripensamento politico, dunque, per disinnescare la rabbia dei fedeli musulmani. Una scelta che rischia di ostacolare la spinta di Washington per far ripartire il dialogo tra israeliani e palestinesi.