ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si gioca a porte chiuse in molti stadi italiani, alla ripresa del campionato

Lettura in corso:

Si gioca a porte chiuse in molti stadi italiani, alla ripresa del campionato

Dimensioni di testo Aa Aa

Il calcio italiano riparte domenica prossima, ma il pubblico della serie A sarà ammesso solo in cinque stadi: Roma, Torino, Genova, Palermo e Cagliari. Due gli stadi aperti in serie B. Porte chiuse, invece, negli impianti che devono ancora adeguarsi alle norme previste dal “pacchetto Pisanu”. Tra i requisiti: biglietti elettronici nominativi, videosorveglianza, varchi d’accesso con tornelli e steward messi a disposizione dai club. E’ più duro del previsto il decreto legge varato dal Consiglio dei ministri sulla violenza negli stadi, che fra l’altro aumenta la pena per resistenza a pubblico ufficiale.

Gli inquirenti avrebbero intanto terminato di analizzare il video sugli scontri di venerdì a Catania, giungendo alla conclusione che a uccidere l’ispettore Filippo Raciti siano stati due giovani ultras della curva nord. Si attende che vengano formalizzate le accuse. I due farebbero parte di ambienti di estrema destra. E si fa largo l’ipotesi che l’omicidio abbia avuto un mandante: un esponente catanese del movimento Forza Nuova.