ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scambi di tiri tra libanesi e israeliani al confine tra i due paesi. "Episodio grave" per Unifil

Lettura in corso:

Scambi di tiri tra libanesi e israeliani al confine tra i due paesi. "Episodio grave" per Unifil

Dimensioni di testo Aa Aa

Potrebbero esserci cinque soldati libanesi leggermente feriti stanotte sulla frontiera tra Libano e Israele. Truppe dell’esercito di Beirut hanno aperto il fuoco su una pattuglia di Tsahal che si trovava a ridosso del confine nei pressi del villaggio di Avivim. Si tratta del primo incidente di questo tipo dopo il ritiro israeliano dal Libano meridionale ed il dispiegamento delle forze libanesi sostenute dalla missione internazionale delle Nazioni Unite. Lo scambio di tiri era cominciato quando un bulldozer israeliano si era messo all’opera per verificare la presenza di un deposito di armi di Hezbollah. L’esercito libanese ha aperto il fuoco, subito seguito dalla pattuglia israeliana.

Tsahal, dopo i bombardamenti e una occupazione durata 34 giorni nella scorsa estate, aveva ritirato le proprie forze nell’ambito di un accordo per il cessate il fuoco e la costituzione di una missione di peacekeeping sotto l’egida Onu. Un portavoce del contingente internazionale ha parlato di “incidente grave”, ed ha reso noto che il comandante di Unifil, l’italiano Claudio Graziano, ha chiesto alle parti di cessare immediatamente le ostilità.