ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Polemiche sui lavori edili a ridosso della spianata delle Moschee

Lettura in corso:

Polemiche sui lavori edili a ridosso della spianata delle Moschee

Dimensioni di testo Aa Aa

Anche la costruzione di un ponte, a Gerusalemme, può sollevare una polemica internazionale. Egitto, Giordania e Lega Araba hanno duramente criticato i lavori edili intrapresi da Israele a ridosso della Spianata delle Moschee, per costruire un ponte che conduca alla porta dei Mugrabi. Per il mondo islamico è un nuovo tentativo di “ebraicizzare” Gerusalemme, per di più pericoloso per la stabilità degli edifici sulla Spianata, sacri per i musulmani.

“Tutti i lavori che stiamo facendo – ribatte l’archeologo israeliano Gidon Avni – sono assolutamente al di fuori dei confini della Spianata delle Moschee. Siamo a cinquanta metri dal muro. Non faremo niente all’interno delle mura”.

Per proteggere la moschea di Al Aqsa, il premier Ismail Haniyeh ha chiesto ai palestinesi di levarsi in massa. A Hebron, in Cisgiordania, così come altrove nei territori, la popolazione ha manifestato contro il cantiere. A Betlemme ci sono stati alcuni scontri, mentre a Gerusalemme undici palestinesi sono stati arrestati per aver lanciato sassi per protesta.