ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, in un video l'uccisione per errore di un soldato britannico da parte di caccia statunitensi

Lettura in corso:

Iraq, in un video l'uccisione per errore di un soldato britannico da parte di caccia statunitensi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo di Londra sta chiedendo spiegazioni agli Stati Uniti sull’uccisione da fuoco amico di un suo soldato durante la campagna d’Iraq nel marzo 2003.

La circostanza è arrivata al grande pubblico grazie a una registrazione diffusa dal quotidiano britannico The Sun. Nel video ripreso dall’abitacolo di un caccia statunitense si vede l’attacco contro un obiettivo a terra. I piloti però non si accorgono che si tratta di un veicolo militare degli alleati britannici.

Uno dei topgun, dopo essersi reso conto dell’errore, esclama dopo varie imprecazioni: “Siamo in prigione, adesso”.

La vittima è il sergente britannico Matty Hull, di venticinque anni. Il militare viaggiava in una autocolonna, poco a nord di Bassora.

“Eventi di questo tipo sono tragici – ha detto il ministro degli esteri britannico Margaret Beckett in visita in Israele -. Avvengono in ogni conflitto e causano pena e devastazione tra tutte le forze armate coinvolte. Non credo che ci sia un governo che non sia al corrente di tali eventi e che li condanni profondamente”.

Il governo britannico aveva sempre rifiutato di mostrare il filmato alla famiglia. Oggi le autorità dei due paesi negano di aver voluto nascondere le circostanze dell’incidente.