ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlino fa la voce grossa sui tagli Airbus

Lettura in corso:

Berlino fa la voce grossa sui tagli Airbus

Dimensioni di testo Aa Aa

Berlino alza la voce con Eads e minaccia di annullare alcuni contratti se il gruppo aereonautico europeo porterà fuori della Germania parte della produzione di Airbus. Una minacca in tal senso l’ha fatta balenare il ministro dell’economia Michael Glos. A suo parere tutto il settore di alta tecnologia di Airbus deve restare in Germania, altrimenti il governo tedesco dovrà rivedere i contratti per il settore della difesa

I sindacati temono che in Germania siano almeno otto mila i posti di lavoro a rischio tra i dipendenti Airbus e la stessa cifra nell’indotto.

Un dato che se confermato significherebbe lo smalntellamento dell’impianto di Amburgo dove sono impiegati circa la metà degli oltre ventumila dipendenti di Airbus in Germania.

In ogni caso bisognerà aspettare il 20 febbraio per conoscere la vera portata del piano di ristrutturazione di Airbus messo a punto dal presidente Louis Gallois. Un progetto che fa seguito ai ritardi nelle consegne dell’A380 che sarà al centro dei colloqui che il vertice di Airbus avrà la settimana prossima con il governo tedesco. Anche perché pende su tutta la vicenda una nuova minaccia: se la ristrutturazione toccherà in gran parte i dipendenti tedeschi,quest’ultimi metterenno in atto una serie di misure per ritardare ulteriormente le consegne del superjumbo europeo