ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Assalti reciproci fra Hamas e Fatah, fine della tregua

Lettura in corso:

Assalti reciproci fra Hamas e Fatah, fine della tregua

Dimensioni di testo Aa Aa

Le fazioni palestinesi hanno ripreso a darsi battaglia. Sotto il fuoco dei militanti di Fatah, il partito del presidente Mahmoud Abbas, è finita questa notte l’università islamica di Gaza, roccaforte di Hamas. Un responsabile dei servizi di sicurezza ha dichiarato che nel raid sono stati arrestati sette iraniani mentre un ottavo si è fatto esplodere. Hamas ha smentito la presenza di non-palestinesi nell’ateneo. L’Iran è accusato da Israele di finanziare il partito radicale al governo.

L’assalto all’università appare come una rappresaglia all’attacco di ieri a un convoglio della guardia presidenziale. In una conferenza stampa improvvisata, un portavoce delle brigate Ezzedin al-Qassam, braccio militare di Hamas, ha denunciato che il convoglio trasportava equipaggiamenti militari, con il beneplacito d’Israele. Per Fatah il carico era invece costituito da gruppi elettrogeni, tende e materiale medico.

Con un bilancio di almeno sei morti e una cinquantina di feriti, lo scontro ha messo fine a una tregua siglata solo tre giorni fa.

Una base fraglie su cui ricostruire il processo di pace come intende fare il segretario di Stato Usa Condoleeza Rice, con l’incontro di oggi, a Washington, del Quartetto, i paesi promotori dell’ormai dimenticata Road Map.