ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo, al via la campagna per il referendum sulla depenalizzazione dell'aborto

Lettura in corso:

Portogallo, al via la campagna per il referendum sulla depenalizzazione dell'aborto

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ partita in sordina in Portogallo la campagna elettorale per il referendum sulla depenalizzazione dell’aborto. La consultazione, prevista per il prossimo 11 febbraio, resta secondo i sondaggi dall’esito incerto. Sempre prevalenti i Si, ma in calo nelle ultime settimane, mentre la quota di indecisi e astensionisti riguarda più di un elettore su tre.

A surriscaldare il confronto la forte campagna dei contrari, gruppi cattolici in testa, che puntano proprio sulla possibilità di far fallire il referendum, come già avvenuto nel 1998: secondo la costituzione portoghese la consultazione sarà valida solo se l’affluenza sarà superiore al 50 per cento degli aventi diritto.

L’interruzione volontaria di gravidanza, in Portogallo ammessa solo in caso di violenza e di rischio per la salute della madre o del nascituro, è da tempo un tema sensibile. Nel passato per spingere a una riforma i collettivi femminili avevano organizzato “navi dell’aborto” fuori dalle acque territoriali, senza ovviamente riuscire a intaccare la pratica degli aborti clandestini, che, nonostante il rischio di condanne penali, nel solo 2005 sono stati più di 18.000.