ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Da Monaco di Baviera, tredici mandati di arresto per sospetti agenti Cia

Lettura in corso:

Da Monaco di Baviera, tredici mandati di arresto per sospetti agenti Cia

Dimensioni di testo Aa Aa

La giustizia tedesca sfida i servizi segreti americani. La procura di Monaco di Baviera ha emesso tredici mandati di cattura per altrettanti sospetti agenti della Cia, nell’ambito dell’inchiesta sul caso di Khaled al Masri. Il cittadino tedesco di origine libanese sostiene di essere stato arrestato nel corso di un viaggio in Macedonia, alla fine del 2003, e poi consegnato ad agenti americani, che lo avrebbero detenuto e torturato per cinque mesi, in Afghanistan, prima di rilasciarlo.

Il procuratore capo di Monaco, August Stern, dice che i tredici sospetti hanno preso lo stesso volo di al Masri, nel gennaio 2004, per trasferirlo da Skopje, in Macedonia, fino a Kabul, in Afghanistan. Alcuni di loro facevano parte del personale di volo, altri sono stati gli esecutori materiali del sequestro.

I mandati emessi in Germania non avranno valore negli Stati Uniti, ma i tredici sospetti sarebbero immediatamente arrestati, se mettessero piede in Europa.