ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accusate di calunnia le infermiere bulgare

Lettura in corso:

Accusate di calunnia le infermiere bulgare

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora un passo indietro nella vicenda delle infermiere bulgare e del medico palestinese condannati a morte in Libia. Le imputate sono ora accusate anche di calunnia nei confronti di poliziotti libici, perchè durante il processo hanno detto che le confessioni erano state estorte loro sotto tortura. L’undici febbraio si apre un nuovo procedimento. Sofia ha risposto subito con l’apertura di un’inchiesta – annunciata dal procuratore Nikolai Kokinov – sulle presunte torture subite durante gli interrogatori.

Sembrano impallidire così le speranze accese dalle dichiarazioni del figlio del presidente Gheddafi, domenica. Seif el Islam aveva assicurato che le infermiere e il medico non verranno giustiziati. Possibile secondo lui un compromesso, basato su un accordo internazionale.

Le cinque infermiere bulgare e il medico palestinese sono stati condannati a morte con l’accusa di avere inoculato il virus dell’Aids a centinaia di bambini nell’ospedale di Bengasi. La loro vicenda giudiziaria dura da otto anni.