ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Va al Ghana la presidenza di turno dell'Unione africana

Lettura in corso:

Va al Ghana la presidenza di turno dell'Unione africana

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarà il Ghana ad assumere la presidenza di turno dell’Unione africana e non il Sudan, al quale era stata promessa l’anno scorso. Una soluzione diplomatica che ha evitato un braccio di ferro al vertice di Addis Abeba, permettendo ai delegati di affrontare gli altri temi caldi in agenda, come l’invio di una forza di intervento africana in Somalia.

L’attuale presidente della commissione, Alpha Oumar Konarè, si è detto soddisfatto che l’Etiopia abbia avviato un piano di ritiro graduale delle sue truppe, ma ha aggiunto che, se i paesi africani non saranno solleciti a inviare una forza di pace, si creerà il caos. La crisi umanitaria in Darfur è stata al centro dell’intervento del segretario delle Nazioni Unite, Ban Ki Moon ne ha parlato come di una priorità del suo mandato, che richiede un impegno concreto da parte della comunità internazionale.

Sullo stesso tono il commissario europeo per lo sviluppo, Louis Michel. “Bisogna fare pressione su tutte la parti coinvolte, su tutte le fazioni: si deve insistere con le milizie ribelli, ma anche con il governo sudanese. E’ tempo che i nostri sforzi comincino a produrre risultati”.

Nel Darfur, regione occidentale del Sudan, è in corso dal 2003 una guerra civile che si ritiene abbia provocato 200 mila vittime e due milioni e mezzo di rifugiati. Il sostegno del governo sudanese alle truppe Janjaweed è l’ostacolo che ha impedito al governo di Khartoum di ottenere la presidenza di turno dell’Unione Africana.