ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Knesset esamina l'autosospensione di Katsav

Lettura in corso:

Knesset esamina l'autosospensione di Katsav

Dimensioni di testo Aa Aa

All’indomani della sua appassionata arringa in difesa di se stesso, la knesset è riunita per esaminare la richiesta di autosospensione di Moshé Katsav. Che ha deciso di autospendersi dopo l’annuncio del procuratore generale di un suo possibile rinvio a giudizio per abusi sessuali.

Fin dall’inizio dello scandalo, scoppiato l’estate scorsa, il presidente si è proclamato innocente. Se la commissione accetterà la sua sospensione, le funzioni del Capo dello Stato passeranno al presidente della knesset Dalia Yitzik. Katsav manterrebbe il beneficio dell’immunità, che scadrà a fine mandato presidenziale, ossia la prossima estate.

In parlamento intanto prosegue la raccolta di firme per avviare la procedura d’impeachment di Katsav. Novanta firme lo costringerebbero alle dimissioni. Eventualità presa in considerazione dallo stesso presidente, che ha dichiarato di essere pronto a dimettersi in caso di rinvio a giudizio.