ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Cina: una crescita del pil a due cifre


società

Cina: una crescita del pil a due cifre

La locomotiva cinese viaggia ancora una volta, per il quarto anno consecutivo, con il vento in poppa. Una crescita del prodotto interno lordo a due cifre al punto che, di questo passo la Cina potrebbe togliere entro il 2008 alla Germania il titolo di terza economia mondiale, alle spalle di Stati Uniti e Giappone, dopo aver superato nel 2005 gli altri paesi europei tra cui l’Italia.

Un tasso di sviluppo del pil cinese iniziato nel 2004 ha una cadenza molto costante: un aumento che fa impallidare i già elevati andamenti registrati sia al di là dell’Atlantico sia nei paesi di Eurolandia.

E pensare che all’inizio dello scorso anno il governo di Pechino aveva fatto sapere che una crescita limitata all’8% sarebbe stata auspicabile e in linea con il piano di sviluppo. A questo scopo sono state messe punto numerose misure come il rialzo dei tassi d’interesse e sono stati quadruplicati l’ammontare dei depositi che ogni banca deve tenere presso la Banca Centrale.

Nonostante la stretta creditzia la Cina ha accumulataio un surplus commerciale di circa 150 miliardi di euro. Il che, fanno rilevare gli analisti, ha evitato il passaggio da una crescita troppo rapida ad una crescita insufficiente. Quanto ai consumi delle famiglie la progressione ha di che stupire: oltre il 13% rispetto al 2005

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

società

In Gran Bretagna é la moda del momento: investimenti per preservare l'ambiente