ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, una folla imponente per l'ultimo addio a Hrant Dink

Lettura in corso:

Turchia, una folla imponente per l'ultimo addio a Hrant Dink

Dimensioni di testo Aa Aa

Si sono trasformati in una imponente manifestazione contro l’intolleranza, i funerali di Hrant Dink, il giornalista turco di origini armene ucciso il 19 gennaio scorso. Piena in ogni ordine di posti la chiesa cristiana armena di Meriem Ana, a Istanbul, dove si è svolta una cerimonia solenne. In lacrime, la moglie del giornalista, Rakel, ha letto un messaggio di addio colmo di emozione. Alle esequie in rappresentanza del governo di Erevan, era presente anche il vice-ministro armeno degli Esteri, nonostante Turchia e Armenia abbiano interrotto le relazioni diplomatiche.

Ad attendere il feretro, davanti alla chiesa, una folla di decine di migliaia di persone, che si è incamminata in silenzio verso il cimitero armeno. Molti dei presenti avevano dei cartelli con su scritto “Siamo tutti armeni”. “Un fatto non da poco per un paese in cui per molti armeno equivale a un insulto”, ha commentato un collega di Dink.

Per tutta la durata dei funerali il centro di Istanbul è stato chiuso al traffico. Imponenti le misure di sicurezza. Lungo gli otto chilometri del percorso del corteo funebre erano stati schierati 6.000 agenti delle forze speciali.