ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La polizia di Sua Maestà fu complice dei paramilitari protestanti

Lettura in corso:

La polizia di Sua Maestà fu complice dei paramilitari protestanti

Dimensioni di testo Aa Aa

La polizia britannica ha coperto omicidi e crimini commessi da un gruppo protestante nordirlandese. Lo rivela il rapporto ufficiale di Nuala O’Loan, mediatrice della stessa polizia, al termine di un’indagine interna durata tre anni. In cambio di informazioni, ai paramilitari della Forza Volontaria dell’Ulster fu permesso di assassinare, impuniti, almeno dieci persone.

“I poliziotti sono scioccati quanto voi e quanto me per ciò che è accaduto. E’ stato qualcosa di sistematico. Saranno loro a dare le dovute spiegazioni su quanto accaduto – ha detto la mediatrice -. Tutto quello che io posso dire è che non sarebbe dovuto succedere”.

I fatti si riferiscono al periodo 1991 – 2003. Le forze speciali britanniche insabbiarono anche indagini su attentati, estorsioni e traffico di droga. Il leader cattolico Jerry Adams aveva più volte denunciato la collusione tra i rivali e le autorità.

“Era una prassi. Faceva parte di una guerra terroristica – ha detto ieri Adams -. Una pratica messa in atto per molto, molto tempo per sconfiggere i repubblicani ma hanno fallito”.

Non a caso, il più grosso ostacolo al processo di pace in Irlanda del Nord è la riluttanza dei cattolici ad accettare la nuova forza di polizia regionale, che considerano troppo britannica.