ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Inizia oggi il recupero del carburante dalla portacontainer Napoli

Lettura in corso:

Inizia oggi il recupero del carburante dalla portacontainer Napoli

Dimensioni di testo Aa Aa

Comincia oggi e durerà forse giorni il pompaggio del carburante dalla portacontainer arenata nela Manica. Lunghi i preparativi, anche perché – oltre a evitare che si disperda in mare – il combustibile deve essere riscaldato e reso fluido prima che possa essere aspirato da un’altra nave.

Le autorità dicono che il disastro ambientale può essere evitato: 200 tonnellate di idrocarburi sono fuoriuscite ma a perdere è un solo serbatoio e, benché alcuni uccelli siano rimasti impantanati al largo, le chiazze nere non hanno raggiunto le coste inglesi. Nell’immediato, a preoccupare gli armatori e gli assicuratori del mercantile Napoli sono soprattutto i 2.400 container trasportati: un centinaio sono caduti in acqua e a riva la gente si è data al saccheggio.

Dopodomani si metteranno all’opera anche due chiatte munite di gru per recuperare il carico della Napoli. Ma nell’attesa, in spiaggia, c‘è chi si è portato via pannolini, botti, motociclette e perfino un fuoristrada. Recuperare i resti di un naufragio è legale, in Gran Bretagna, ma occorre fare una dichiarazione.

“Chi non la fa – spiega Sophia Exelby, una responsabile del governo – commette un reato e si tratta effettivamente di un furto.”

La Napoli, naufragata giovedì, trasportava anche una sessantina di container pieni di materiale pericoloso. Quattro sono stati recuperati.