ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Beirut, degenera in violenze la manifestazione di Hezbollah contro il governo: cinque i morti

Lettura in corso:

Beirut, degenera in violenze la manifestazione di Hezbollah contro il governo: cinque i morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Cinque morti e oltre cento feriti in Libano. E’ il bilancio umano della manifestazione organizzata da Hezbollah contro il governo di Fuad Siniora e subito degenerata in violenze. Nella giornata di sciopero generale, indetta dal partito di Dio e preannunciata come pacifica, le proteste si sono presto trasformate in scontri ad alta tensione tra i sostenitori dell’opposizione e igruppi filo-governativi.

Al lancio di sassi dei manifestanti – alcune migliaia -la polizia ha risposto sparando in aria. Beirut è stata avvolta dal fumo dei copertoni e dei cassonetti dell’immondizia dati alle fiamme. Le barricate hanno bloccato le principali vie della capitale, compresa la strada per l’aeroporto. Sin dalla mattina la città e l’intero Paese erano paralizzati.

Il premier Fuad Siniora, che ha in programma un piano di riforme economiche, è contestato sia dal partito musulmano Hezbollah, che ha ritirato i ministri dal governo, siadalla corrente cristiana del generale Michel Aoun. Un’instabilità politica che, di fatto, impedisce la ripresa del Paese.