ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Presidenziali, il primo colpo basso della campagna colpisce Ségolène Royal

Lettura in corso:

Presidenziali, il primo colpo basso della campagna colpisce Ségolène Royal

Dimensioni di testo Aa Aa

In Francia è cominciata anche la campagna elettorale dei colpi bassi. Il segretario del partito socialista François Hollande ha risposto con una querela per diffamazione a chi aveva accusato lui e la compagna Ségolène Royal di aver eluso l’imposta patrimoniale.

Per parte sua, la candidata socialista ha reso pubblica la lista dei beni di sua proprietà e ha invitato gli altri a fare altrettanto: “Così si eviteranno le insinuazioni, i metodi da racaille, da feccia della società, usati dall’Ump, come diffondere milioni di messaggi attraverso Internet per dire che avrei frodato il fisco”, ha detto Royal.

La coppia Hollande-Royal ha ammesso di aver intestato i propri immobili a una società costituita ad hoc ma questo per ragioni di comodità, non per scampare all’imposta che infatti pagano da due anni. A pagarla è anche il candidato della destra, Nicolas Sarkozy, che ha promesso di divulgare a breve l’entità del suo patrimonio.

Soggetti alla cosidetta imposta sulla fortuna sono i nuclei familiari domiciliati in Francia che hanno un patrimonio superiore ai 760.000 euro. Dopo lo spam diffamatorio ci si chiede quali saranno le prossime stoccate da qui alle presidenziali di aprile.