ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, dure critiche del premier alla Casa bianca

Lettura in corso:

Iraq, dure critiche del premier alla Casa bianca

Dimensioni di testo Aa Aa

Baghdad vive oggi l’ennesima giornata di sangue. Una serie di esplosioni di auto-bomba ha ucciso una quindicina di persone in diversi quartieri della capitale irachena, che da giorni conosce una nuova fiammata di violenza. Le auto-bomba vengono collocate in zone affollate, come mercati e fatte scoppiare in successione, per colpire anche i soccorritori accorsi dopo le prime esplosioni.

Oggi si svolgono i funerali delle vittime della strage di ieri a Sadr city, dove 15 persone sono state uccise. Il giorno precedente, i morti per attentati sono stati più di 100. Tra la Casa bianca e il governo di Baghdad emergono vistose crepe: in un’intervista al Times di Londra, il premier Nuri al Maliki ha detto che non ci sarebbe bisogno di ulteriori truppe se gli Stati Uniti avessero armato meglio le forze armate irachene. E al Corriere della Sera, al Maliki ha detto di non aver mai visto Bush così debole e che con i suoi apprezzamenti sul governo di Baghdad, Condoleeza Rice fa solo il gioco dei terroristi.