ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

India, Gordon Brown costretto a occuparsi del razzismo nel "Grande fratello"

Lettura in corso:

India, Gordon Brown costretto a occuparsi del razzismo nel "Grande fratello"

Dimensioni di testo Aa Aa

La polemica sul razzismo contro una concorrente indiana del “Grande fratello” britannico cade proprio nel momento in cui il cancelliere dello scacchiere Gordon Brown è in visita in India. Il futuro primo ministro si è dovuto giustificare col pubblico locale. “Quello che ha dimostrato la reazione dei britannici a questo programma – ha detto – cosi come la reazione della stampa e del pubblico indiano, è che tutti noi confermiamo il nostro impegno nel rispetto dei valori di tolleranza e dell’essere giusti verso ogni individuo. Il messaggio che ne deriva è che la discriminazione e il razzismo sono inaccettabili in qualunque luogo siano praticati”.

Il viaggio di Brown, che succederà a Tony Blair la prossima primavera, era stato organizzato per coltivare la sua statura internazionale. Il ministro si è visto invece costretto ad affrontare l’effetto mediatico di un episodio di razzismo contro la trentunenne concorrente del “Grande fratello”, la cui colpa sarebbe stata quella di aver toccato il cibo con le mani.