ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Correa neo-Presidente: cerimonia d'investitura in compagnia della "sinistra anti Bush"

Lettura in corso:

Correa neo-Presidente: cerimonia d'investitura in compagnia della "sinistra anti Bush"

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarà lui il Presidente ecuadoriano per i prossimi 4 anni. Rafael Correa, ancora un volto a confermare la rinascita della sinistra in America Latina. Il nuovo Capo di Stato ha prestato giuramento a Quito, ha promesso che metterà fine al neoliberismo, che rinegozierà il debito estero e che riformerà la Costituzione.

“Daremo la parola al popolo ecuadoriano attraverso un referendum per dire si o no ad una Assemblea Costituente che possa superare lo stallo politico, economico e sociale che il Paese attraversa” ha detto Correa. E il referendum è già stato fissato al prossimo 18 marzo.

Correa è l’ottavo Presidente dell’Ecuador in appena 10 anni. A dare sostegno a lui e ad un Paese schiavo dell’istabilità politica – e schiacciato da 14 miliardi di dollari di debito estero – c’erano tutti quanti hanno costituito un fronte compatto contro gli Stati Uniti di Bush. A partire dalla più che simbolica presenza del Presidente iraniano Ahmadinejad. E poi il venezuelano Chavez, il boliviano Morales e il Presidente del Nicaragua Ortega.