ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna: attesa per il discorso di Zapatero sull'ETA

Lettura in corso:

Spagna: attesa per il discorso di Zapatero sull'ETA

Dimensioni di testo Aa Aa

La Spagna è presente, non dimentica e non dimenticherà: ma al momento non sa ancora come continuare a cercare la pace.
Il principe delle Asturie, Fippo di Borbone, ha preso parte alle esequie in Ecuador dei due immigrati morti nell’ultimo attentato dell’ETA. In rappresentanza dello Stato spagnolo, ha parlato con le famiglie di Carlos Alonso Palate e Diego Armando Estacio, morti il 30 dicembre sotto le macerie di un’ala dell’aeroporto di Madrid.

“Sono venuto a esprimerele mie condoglianze sincere, e anche il supporto e la solidarietà della Spagna al popolo ecuadoriano, alle autorità e in modo particolare alle famiglie delle vittime”, ha detto il principe. La autorità del paese avevano già ringraziato la Spagna per la partecipazione istituzionale, e anche in Ecuador si è tenuta una manifestazione contro i terroristi baschi dell’ETA.

Ora però gli sguardi restano puntati su Madrid, e in parte su Vitoria, capitale basca: il primo ministro spagnolo, Zapatero, nel tardo pomeriggio chiarirà in Parlamento la sua strategia per la regione basca. Dopo l’attentato di Madrid, niente può restare come prima: in un’intervista, ieri, Zapatero ha chiesto che il paese sia unito, su questo.