ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medioriente: Rice e Olmert si mettono d'accordo per un vertice a 3 con Abbas

Lettura in corso:

Medioriente: Rice e Olmert si mettono d'accordo per un vertice a 3 con Abbas

Dimensioni di testo Aa Aa

Il mezzo per resuscitare il processo di pace in medioriente ancora non si trova. Ma la colazione di lavoro fra il segretario di stato americano Condoleezza Rice e il premier israeliano Ehud Olmert si è conclusa con l’accordo per un vertice a 3 in data e luogo da destinarsi con Rice, Olmert e il presidente palestinese Abbas.

Stati Uniti e Israele cercano il modo di rafforzare Abbas e il Fatah, isolando il governo Hamas. Per tastare il terreno, in Israle si comincia a parlare della possibile liberazione di uno dei leader più popolari di Al fatah, Marwan Barghuti, e la Casa Bianca prova a far approvare dal Congresso l’invio di fondi per sostenere le forze di sicurezza legate al Fatah. Quest’ultima iniziativa ha suscitato le proteste del governo Hamas, secondo il quale così gli americani soffiano sul fuoco della guerra civile. Durante i colloqui il partito di sinistra Meretz ha manifestato contro i rischi di un eventuale conflitto con la Siria.

Dopo l’incontro di ieri con Rice Abbas ha respinto la proposta israeliana di arrivare a uno stato palestinese con confini provvisori per rilanciare la “road map”. Un documento che ha ricevuto un nuovo colpo con la decisione israeliana di estendere una delle più popolose colonie in Cisgiordania. Dopo Israele, i territori palestinesi e la Giordania, Rice ha in programma una tappa in Egitto e poi andrà in Arabia Saudita e in Kuwait.