ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La chiesa portoghese interviene nella campagna referendaria sull'aborto

Lettura in corso:

La chiesa portoghese interviene nella campagna referendaria sull'aborto

Dimensioni di testo Aa Aa

In Portogallo s’infiamma il dibattito sull’aborto a quattro settimane dal referendum per la depenalizzazione dell’interruzione di gravidanza. Questo fine settimana è scesa in campo la chiesa cattolica con un pellegrinaggio al santuario di Fatima. Durante l’omelia di sabato il vescovo Antonio Marto ha definito l’aborto “una piaga sociale” che “riduce la vita umana a un prodotto biologico”.

Secondo i sondaggi gli anti abortisti in Portogallo sono comunque la minoranza e il sì alla depenalizzazione dovrebbe vincere con circa il 60% dei consensi. “Non credo che nessuno abbia il diritto d’interrompere la vita di un altro. Solo Dio può dare la vita e toglierla”, dice una donna. “Per me l’aborto può essere autorizzato solo in caso di strupro o se c‘è qualche malformazione del feto”, afferma un’altra.

A fianco degli abortisti si è schierato anche il primo ministro portoghese il socialista José Socrates che ha detto che farà campagna per il sì. Secondo uno studio pubblicato da un’associazione per la pianificazione familiare nel 2005 in Portogallo sono stati effettuati 18.000 aborti clandestini.