ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Théodore Euronext é la soluzione ideale per vincere

Lettura in corso:

Théodore Euronext é la soluzione ideale per vincere

Dimensioni di testo Aa Aa

A Wall st come alla City il 2007 sarà l’anno del consolidamento dei mercati. La novità arriva dall’Europa con Euronext, società di gestione delle borse a Parigi, Amsterdam, Bruxelles e Lisbona senza dimenticare il Liffe a Londra. Obiettivo creare la prima borsa mondiale con oltre 23 miliardi di capitalizzazione con piu di 3400 società.

Al vertice del gigante Jean François Théodore, 64 anni, attuale presidente di Euronext

R Le borse sono imprese come le altre: la fusione è un mezzo per offrire un servizio migliore ai clienti a fronte di costi minori aggiungendo sullo stesso sistema informatico piu attività in un momento in cui la commissione europea crea la concorrenza e l’apertura nel settore proprio alla concorrenza entrerà in vigore quest’anno a partire dal 2007.

Abbiamo cercato in Europa, abbiamo avuto contatti con Londra, abbiamo cercato all’est, ma é stato complicato. E poi abbiamo avuito l’occasione con New York. Un progetto industriale, non finanziario che permette alla prima borsa europea e alla prima borsa americana di mettere insieme le forze, ma anche un’economia di scambio a livello europeo molto importante e cosi creare il primo mercato globale, il primo mercato al mondo: per il momento è transatalntico, ma noi pensiamo di aprirci all’Asia in un secondo momento

Non mi sembra il caso di tornare indietro.
A livello europeo le autorità di Bruxelles vogliono, a giusto titolo, sviluppare la concorrenza: il che ha fatto si che le possibilità di matrimonio diventassero sempre piu complicate.
All’Europa l’intesa con la New York Stock Exchange apporta non poche cose: prima di tutto si tratta del primo network globale e poi la fusione avviene a livello paritetico. Le società europee saranno dunque quotate a New York e su Euronext in euro.
L’euro diventa cosi una grande moneta, la seconda grande moneta sul mercato azionario. Un matrimonio favorevole sia all’Europa sia all’euro.

Il nostro progetto di fusione é una fusione tra entità equali con mercati americani che resteranno tali e imprese europee, mercati europei che resteranno europei sotto il controllo dell’autorità europea. Euronext é la sola borsa paneuropea: é una figlia dell’euro. Quotiamo azioni di quattro paesi della zona euro, quotiamo Euribor, che è il principale prodotto dei derivati e diamo vita, con la primaa borsa al mondo, il Nyse, un’alleanza tra eguali: il dollaro e il mercato americano da un lato, l’euro e il mercato europeo dall’altro.

C‘é una sola borsa paneuropea: si chiama Euronext ed é presente in cinque paesi Belgio, Olanda, Portogallo, Francia e Inghilterra per i derivati.
Il 2006 é stato un anno brillante per Euronext con una crescita del 35% delle transazioni: siamo cosi la prima borsa europea davanti a Londra e alla Deutsche Boerse. Euronext è una borsa dinamica e questo dinamismo sarà rinforzato da una maggiore liquidità e dalla diminuzione dei costi

Non si cambia un marchio che vince