ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Per risolvere la crisi con la Corea del Nord, il Giappone si affida all'Europa

Lettura in corso:

Per risolvere la crisi con la Corea del Nord, il Giappone si affida all'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Giappone vuole l’appoggio dell’Unione europea per costringere la Corea del Nord ad abbandonare il suo programma nucleare. La richiesta è stata avanzata dal primo ministro giapponese, Shinzo Abe, nell’incontro avuto a Bruxelles con il presidente della Commissione europea, Josè Manuel Durao Barroso.

Barroso ha assicurato il sostegno europeo ribadendo la validità della politica di collaborazione già in atto tra Bruxelles e Tokyo.

L’annuncio dell’esplosione della prima bomba atomica nordcoreana, lo scorso 9 ottobre, ha suscitato preoccupazione in Giappone e la condanna unanime del Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Tokyo non ha alcuna relazione diplomatica con Pyongyang: per questo si è rivolto all’Unione. Alcuni paesi europei hanno mantenuto rapporti con il governo nordcoreano.

Shinzo Abe è atteso, questo venerdí, da un secondo incontro a Bruxelles. Avrà un colloquio con i vertici della Nato. Tokyo, che non fa parte dell’Alleanza Atlantica, ha manifestato ampia disponibilità a una cooperazione privilegiata, opzione sulla quale sono d’accordo anche gli Stati Uniti.