ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Iraq, la Casa Bianca tenta di convincere sulla bontà della nuova strategia


mondo

Iraq, la Casa Bianca tenta di convincere sulla bontà della nuova strategia

Offensiva mediatica dell’amministrazione americana per fare accettare la nuova strategia sull’Iraq. Alla Casa Bianca, il presidente George Bush ha decorato i familiari di un soldato morto in battaglia, un atto che non può certo suscitare le critiche dell’opposizione democratica.
Le nostre truppe hanno combattuto eroicamente in Iraq. Hanno fatto tutto quello che gli è stato chiesto. Se sono stati commessi errori, la responsabilità è solo mia.
Il segretario di Stato Condoleezza Rice ha difeso di fronte alla commissione esteri del Senato il nuovo piano, annunciato da Bush nella notte.
Il senatore Joseph Biden, democratico, presidente della commissione: “Non credo che abbiamo mai affrontato un momento più decisivo di quello attuale. Il fallimento in Iraq non sarà limitato solo all’Iraq. Sarebbe un terribile danno alla nostra capacità di proteggere i nostri interessi in tutto il mondo e, temo, per molto tempo a venire”.
Condoleezza Rice ha sostenuto che il successo dipende non solo dagli sforzi militari, ma anche da progressi politici ed economici. E ha ribadito la fiducia nel governo di Baghdad.
“La responsabilità su quale tipo di Paese sarà scelto – ha detto – ricade sugli iracheni. Sono i soli che possono decidere se l’Iraq sarà o meno lo Stato di tutti gli iracheni”.
La nuova strategia presentata da Bush prevede l’aumento di 21.500 effettivi del contingente statunitense in Iraq, attualmente a 132 mila soldati.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Austria: giura il nuovo cancelliere Gusenbauer.