ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'UE vara una politica energetica comune

Lettura in corso:

L'UE vara una politica energetica comune

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione Europea adotta una politica energetica comune a tutti i 27 membri. Lo ha annunciato il presidente della Commissione Josè Barroso oggi a Bruxelles, individuando le grandi linee di questa politica nella lotta al riscaldamento del clima, la concorrenza e la riduzione della dipendenza.

Dobbiamo fronteggiare una realtà nuova: serve una politica che mantenga la competitività dell’Europa, protegga l’ambiente e renda i rifornimenti più sicuri. L’Europa deve condurre il mondo verso una nuova rivoluzione, che potrebbe essere chiamata post industriale.

Il progetto di nuova politica energetica, che sarà sottoposto ad approvazione nel summit europeo di marzo, incoraggia l’adozione dell’energia nucleare, lasciando liberi i singoli stati di decidere. Punta a scindere la proprietà delle centrali elettriche dalla distribuzione di energia: un principio che trova contrari francesi e tedeschi, perché costringerebbe i colossi Edf e E.On a cambiare profondamente i propri assetti. Contro il riscaldamento del pianeta, la Commissione pone l’obiettivo della riduzione immediata del 20 per cento delle emissioni di gas a effetto serra per arrivare al 30 per cento con un nuovo accordo internazionale successivo a quello di Kyoto.