ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il principe belga Laurent sentito come testimone in un processo per frode

Lettura in corso:

Il principe belga Laurent sentito come testimone in un processo per frode

Dimensioni di testo Aa Aa

Il terzogenito del re del Belgio, il principe Laurent, è stato sentito in qualità di testimone nell’ambito di un processo per frode alla marina militare belga. Il processo, che si è aperto ieri a Hasselt, in Fiandra, riguarda circa 2 milioni di euro sottratti negli anni ’90. Secondo uno dei principali imputati, l’ex capitano di vascello Noël Vaessen, il principe avrebbe approfittato dei fondi pur essendo a conoscenza della loro provenienza. Una circostanza che finora è sempre stata esclusa, anche dalla procura.

Secondo Vaessen, invece, il figlio del re, undicesimo nella linea di successione, avrebbe utilizzato il denaro per ammobiliare Villa Clementine, la sua residenza alle porte di Bruxelles. Spesso sbattuto in prima pagina sulla stampa rosa, Laurent è ritenuto la pecora nera della famiglia reale. E oggi il timore è che questo scandalo possa dar fiato alle trombe degli autonomisti fiamminghi. Potrebbero approfittarne per attaccare il re, simbolo dell’unità del paese.