ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Belgio al via il processo per i fondi neri della Marina militare che vede implicato il figlio del Re

Lettura in corso:

In Belgio al via il processo per i fondi neri della Marina militare che vede implicato il figlio del Re

Dimensioni di testo Aa Aa

Si apre oggi in Belgio il processo che vede implicato il principe Laurent, figlio minore del Re Alberto II. Al centro delle accuse ci sono degli ufficiali della Marina che avrebbero costituito circa due milioni di euro di fondi neri. 175.000 euro sarebbero finiti al principe sotto forma di doni, per arredare la villa dove risiede insieme alla moglie. Venerdì il Re aveva firmato un decreto che rende possibile la comparizione in tribunale del figlio.

Era stata una delle 15 persone incriminate, il colonnello Noel Vaessen ex consigliere del principe, a chiedere di far revocare il divieto di comparizione in tribunale per i membri della famiglia reale. “L’accusa ha montato un caso – dice Vaessen -. Il processo non è stato istruito, ma costruito. Io non voglio attirare l’attenzione sul principe Laurent, voglio solo essere ascoltato.”.

Le accuse hanno provocato attacchi a tutta la famiglia reale, uno dei rari simboli dell’unità nazionale belga, da parte degli indipendentisti fiamminghi. Un deputato del partito del premier Guy Verhofstadt ha chiesto la creazione di una commissione d’inchiesta parlamenteare. Fino ad oggi il principe Laurent non si è ancora pronunciato sulla vicenda.