ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il salone dell'auto di Detroit festeggia i 100 anni

Lettura in corso:

Il salone dell'auto di Detroit festeggia i 100 anni

Dimensioni di testo Aa Aa

I protagonisti dell’industria internazionale dell’auto sono tutti presenti a Detroit al centesimo salone. Una rassegna all’insegna del kolossal, anche se l’umore tra i costruttori americani non è certo improntato all’ottimismo. La crisi del mercato nordamericano è costante e non accenna a diminuire: un dato che tocca da vicino i big three, i tre giganti, quali sono General Motors, Ford e Chrysler. Il calo è generale con punte superiore all’8% per il numero uno mondiale che si deve accontentare di quattro milioni di auto nuove vendute nel 2006.

Una crisi a tutto beneficio delle case autobilistiche giaapponese come Toyota il cui sorpasso di General Motors al vertice della classifica dei costruttori mondiale viene dato come ineluttabile a Detroit. Un salone che conserva tuttavia la sua importanza: è il caso della Rolls Royce. E ‘qui infatti che il celebre marchio inglese, dal 1998 sotto il controllo della Bmw, presenta il nuvo modello Phantom Coupé.

“E’ negli Stati Uniti, dice il presidente della Rolls Royce che vendiamo il piu alto numero di modelli, segue la Gran Bretagna. Ma è l’Asia il nostro mercato strategico conin testa Cina e Giappone dove contiamo di aumentare le vendite del 6%”. A Detroit inoltre si parla anche italiano con la presentazione in anteprima mondiale della nuova Maserati: gli Stati Uniti restano il principale mercato di sbocco del marchio che fa parte della galassia Fiat, le cui vendite sono cresciute del 4%.