ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Proteste a Mogadiscio, mentre l'Onu dice si a una missione di pace in Somalia

Lettura in corso:

Proteste a Mogadiscio, mentre l'Onu dice si a una missione di pace in Somalia

Dimensioni di testo Aa Aa

Le Nazioni unite sono pronte a ritornare in Somalia. Il Palazzo di vetro ha dato il via libera alla partenza degli operatori umanitari per il Paese africano se ci saranno sufficienti assicurazioni per la loro incolumità e sull’efficacia del loro lavoro. L’Onu aveva ritirato lo staff internazionale subito dopo l’inizio dell’offensiva delle truppe somale ed etiopiche contro le corti islamiche. “Il gruppo di contatto per la Somalia – ha spiegato Jenday Frazer assistente del segretario di stato americano – ritiene importante che nel paese non ci sia un vuoto nella sicurezza e stima urgente l’invio in Somalia di una forza di stabilizzazione”.

Una necessità tanto più evidente in queste ore a Mogadiscio, dove si è creato il caos per una protesta violenta contro la presenza delle truppe etiopiche. Alcune centinaia di persone sono scese in strada armate di pietre e di bastoni, costringendo i soldati inviati dal governo di Addis Abeba a intervenire per disperdere la folla.