ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il successore designato dell'arcivescovo di Varsavia ha confessato

Lettura in corso:

Il successore designato dell'arcivescovo di Varsavia ha confessato

Dimensioni di testo Aa Aa

Monsignor Stanislaw Wielgus ha infine ammesso di aver collaborato con la polizia politica durante il regime comunista. Si dice consapevole di aver fatto del male alla chiesa e mette ogni decisione nelle mani del Papa. Le accuse avevano trovato conferma negli archivi della polizia politica, dove erano conservati i rapporti firmati da monsignor Wielgus con lo pseudonimo Grey.

Era stato contattato dai servizi segreti nel 67, quando era uno studente di filosofia. La chiesa polacca, di fronte alle prove, aveva riconosciuto le responsabilità di Wielgus. Nominato da Benedetto sedicesimo, il monsignore si era visto confermare ancora una volta la fiducia del pontefice venerdì. Ora resta da vedere se si terrà domenica come previsto la cerimonia solenne per l’insediamento nella Cattedrale di Varsavia