ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Francia verso un diritto alla casa difendibile in tribunale

Lettura in corso:

La Francia verso un diritto alla casa difendibile in tribunale

Dimensioni di testo Aa Aa

La Francia avrà una legge che renderà concreto il diritto alla casa. Parola di Dominique de Villepin. Il premier ha annunciato che il 17 gennaio sarà presentato in consiglio dei ministri il progetto di legge che istituisce la facoltà di difendere il proprio diritto all’alloggio in giudizio. L’obiettivo è di arrivare all’approvazione del testo entro il 22 febbraio.

“Questa – ha detto de Villepein – è una realtà indegna di una grande democrazia come la nostra. La miseria dei senza tetto non è solo materiale, è una miseria umana e una sofferenza personale quotidiana che ci sconvolge tutti”.

Il principio è quello di mettere il diritto all’alloggio sullo stesso piano del diritto alla salute o all’istruzione. Un principio così riassunto dal ministro della coesione sociale Jean-Louis Borloo: “Ci sarà la solidarietà nazionale e in ultima istanza lo Stato sarà garante. Insomma, lo Stato sarà il garante globale di questo diritto come per l’istruzione”.

Il problema dei senza tetto è stato sollevato in queste settimane dalla protesta dell’associazione Figli di Don Chisciotte, che ha piantato tende in varie città.

“È una bella iniziativa – commenta un giovane a Tolosa – così possiamo avere un riparo stasera. Almeno avremo un tetto, al riparo dalla pioggia”.

Mentre un suo concittadino esplicita le sue esigenze: “Non chiediamo molto, solo che questi accidenti di appartamenti che sono liberi laggiù, che i condomini fatiscenti siano più o meno restaurati. Chiediamo semplicemente di poter dormire al caldo, tutto qua”

Secondo le cifre ufficiali, sono circa 86 mila i senza tetto in Francia. Ma le associazioni sostengono che oltre tre milioni di persone hanno problemi d’alloggio molto gravi.