ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il saluto delle capitali al 2007

Lettura in corso:

Il saluto delle capitali al 2007

Dimensioni di testo Aa Aa

Le capitali europee hanno salutato il 2007 in una notte dal clima mite. A Berlino, circa un milione di persone hanno festeggiato davanti alla prta di Brandeburgo, come tradizione. Per la Germania sarà un anno speciale: assume infatti la presidenza dell’Unione europea e del G8. A Parigi, le forze dell’ordine hanno contato circa mezzo milione di persone in festa sugli Champs Elysées e sotto la Tour Eiffel.

Più sottotono il capodanno a Madrid, a causa dell’attentato dell’altro ieri nell’aeroporto della capitale spagnola. Come tradizione vuole, l’orologio di Porta del Sol ha scandito l’ingresso nel nuovo anno. A Roma, il sindaco Veltroni ha stappato una bottiglia di champagne negli ex mercati generali dove si teneva uno spettacolo musicale. Una ventina i feriti per i botti nella sola capitale, più di 50 nel Napoletano.

Nonostante un’allerta per possibili tempeste di vento, Londra non ha rinunciato al tradizionale spettacolo pirotecnico. I rintocchi del Big Ben sono stati ritrasmessi, con un sistema audio, lungo le rive del Tamigi. Infine New York, con le suggestive immagini di Times Square. Sono stati dei soldati a fare scendere la sfera che simboleggia l’arrivo del nuovo anno. Le misure di sicurezza nella metropoli americana erano particolarmente severe, nel timore di attentati dopo l’esecuzione di Saddam Hussein in Iraq.