ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La fine del dittatore che continua a incendiare l'Iraq

Lettura in corso:

La fine del dittatore che continua a incendiare l'Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

Giustiziato, ripreso negli ultimi istanti di vita e sepolto. Tutto in meno di 24 ore. Le immagini dell’esecuzione dell’ex dittatore iracheno Saddam Hussein testimoniano i forti contrasti che caratterizzano il Paese: solo 15 persone erano presenti al momento dell’esecuzione, in un luogo che fino all’ultimo è stato tenuto segreto: la sede dei servizi segreti a Baghdad. Eppure non s‘è impedito che il video integrale potesse circolare.

Durante l’esecuzione, le grida in nome di Moqtad al Sadr, leader sciita il cui padre venne giustiziato nel 1999 dal regime baathista. Quando il corpo di Saddam è già senza vita, si distingue uno dei testimoni dire: “non toccatelo, lasciatelo pendere per 8 minuti”. Estremi segni di vendetta verso il rais.

La salma è stata inumata vicino a Tikrit, nel villaggio di Awja, nel Nord dell’Iraq, dove Saddam era nato 69 anni fa. La sepoltura è avvenuta alle prime ore del mattino. Non in un cimitero, ma in un edificio appartenente alla famiglia. E’ lo stesso luogo in cui sono sepolte due delle figlie dell’ex uomo forte di Baghdad: Uday e Qusay, uccise nel 2003 dalla forze statunitensi. Una parte del Paese gioisce. Intanto è cominciata la processione di centinaia di sciiti che a Saddam vogliono rendere omaggio.