ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Saddam giustiziato: l'impiccagione poi le immagini della salma diffuse dalla tv irachena

Lettura in corso:

Saddam giustiziato: l'impiccagione poi le immagini della salma diffuse dalla tv irachena

Dimensioni di testo Aa Aa

L’immagine di Saddam Hussein con il cappio al collo. Ultimo capitolo di un processo cominciato nel 2003, con la sua cattura. Un processo che, secondo molti, non poteva che concludersi così, con una sentenza-vendetta. Non per nulla il rais è stato ucciso con la stessa corda che veniva usata per gli oppositori del regime.

L’ex dittatore iracheno è stato impiccato all’alba, nella sede dei servizi segreti, in un sobborgo a nord di Baghdad. Lo hanno descritto spaventato ma coraggioso. Lui ha giocato fino all’ultimo la carta del martire per la causa nazionale irachena: restate uniti contro l’invasore, ha detto.

La sentenza di condanna era stata pronunciata dal tribunale di Baghdad il 5 novembre. Giudicato colpevole per il massacro di Dujail risalente al 1982: 148 civili sciiti persero la vita nella rappresaglia voluta dal sovrano dopo un fallito attentato.

L’annuncio della morte dell’ex dittatore sunnita ha fatto esplodere la gioia nei quartieri sciiti della capitale. Mentre in zone come Dora e Adamiya, a maggioranza sunnita, sono entrate in vigore misure di sicurezza speciali.

Adesso che la piazza centrale di Baghdad dove sorgeva l’enorme statua del rais è vuota davvero, sorge il problema di una sepoltura per forza di cose scomoda. Il governo iracheno rifiuta di restituire la spoglia alla famiglia.