ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Autobomba in aeroporto a Madrid. L'ombra dell'Eta, ma nessuna conferma degli inquirenti

Lettura in corso:

Autobomba in aeroporto a Madrid. L'ombra dell'Eta, ma nessuna conferma degli inquirenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’autobomba all’aeroporto Barajs di Madrid. Tre persone ferite seppure in modo non grave. Due sono agenti di polizia. Regna ancora il massimo riserbo da parte delle autorità spagnole, ma diversi elementi renderebbero l’azione compatibile con un coinvolgimento dell’organizzazione basca Eta.

La deflagrazione è avvenuta nel parcheggio del nuovo terminale T4 dell’aeroporto e sarebbe stata causata dall’esplosivo contenuto in un furgoncino. Due telefonate hanno preceduto l’attentato. La prima, anonima, diretta ai servizi d’assistenza autostradale baschi di San Sebastian, aveva avvertito di non cercare di disattivare la bomba. Non è ancora chiara invece la natura della seconda telefonata che sarebbe stata fatta a nome dell’Eta.

Una eventuale responsabilità dei separatisti baschi significherebbe la rottura della tregua permanente sancita in marzo dall’Eta stessa e, ovviamente, la fine del processo di pace voluto dal Premier spagnolo Jose Luis Rodriguez Zapatero.