ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mogadiscio cade in mano alle forze governative. Corti islamiche in fuga

Lettura in corso:

Mogadiscio cade in mano alle forze governative. Corti islamiche in fuga

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo dieci giorni di avanzata Mogadiscio è ora nelle mani degli uomini del Governo di transizione somalo appoggiati dall’esercito etiope. I miliziani islamici delle Corti si sono volatilizzati senza opporre resistenza. E ancora non si capisce se si tratti di una tattica per tornare al contrattacco una volta che gli etiopi se ne saranno andati, oppure se effettivamente i leader che a giugno avevano preso la città cacciando i signori della guerra abbiano scelto di giocare la carta diplomatica.

Nella capitale ci sono stati alcuni saccheggi ma nessun temuto bagno di sangue. Il premier Ali Mohammad Gedi dal suo quartier generale alle porte della città ha comunque annunciato che da domani verrà instaurata la legge marziale.

Le Nazioni Unite intanto si sono dette pronte a riprendere gli aiuti umanitari. La popolazione stremata da anni di guerra civile sogna il ritorno alla calma. Resta da vedere se il governo sarà abbastanza forte da far fronte oltre che al possibile colpo di coda delle Corti al ritorno dei temuti signori della guerra locali.