ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gedi entra a Mogadiscio, liberata dalle Corti Islamiche

Lettura in corso:

Gedi entra a Mogadiscio, liberata dalle Corti Islamiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Reazioni contrastanti in Somalia, di fronte all’entrata a Mogadiscio delle truppe etiopiche che hanno cacciato i miliziani islamici. Nella zona nord della capitale, migliaia di manifestanti sono scesi in strada per protestare contro i militari del Paese vicino che hanno appoggiato gli uomini del governo somalo. La folla si è tuttavia dispersa senza scontri.

L’arrivo in città di Ali Mohamed Gedi, il Premier del governo federale di transizione somalo, segna una spettacolare inversione di rotta nella situazione del Paese, devastato da 15 anni di guerra civile, e dominato da giugno dalle Corti Islamiche che avevano instaurato la sharia.

Altrettanto folta è la schiera di persone che hanno accolto con manifestazioni di gioia il convoglio che ha portato Gedi in città. L’avanzata verso Mogadiscio è durata dieci giorni. Dieci giorni di violenti combattimenti con un numero di vittime difficile da quantificare.

Ora resta solo a Kismayo, città portuale 500 chilometri a sud di Mogadiscio, la situazione resta incerta. E’ quella la roccaforte dei miliziani islamici ed è lì che avrebbe ripiegato il loro leader, Cheikh Aweys. Intanto, dopo il via libera del governo provvisorio, le Nazioni Unite si sono dette pronte a riprendere gli aiuti umanitari.