ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gas: la Polonia si prepara ai tagli dalla Bielorussia

Lettura in corso:

Gas: la Polonia si prepara ai tagli dalla Bielorussia

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre la delegazione arrivata da Minsk a Mosca cerca di trovare un accordo con Gazprom, il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ribadisce che il suo paese “non cederà al ricatto della Russia”. Se non ci sarà un’intesa sulle tariffe del gas entro il 1° gennaio, potrebbe verificarsi una situazione analoga a quella dell’anno scorso con l’Ucraina.

In Polonia, paese che potrebbe veder ridotte le proprie forniture di gas, il ministro dell’economia Piotr Wozniak si dice ragionevolmente tranquillo: “Al momento le nostre riserve contengono un miliardo e mezzo di metri cubi di gas, una quantità sufficiente per soddisfare il mercato per 40 giorni. Siamo ben preparati all’eventualità di un calo nelle forniture di gas. Questo non significa che non siamo esposti a un rischio che stiamo cercando di prevenire da cinque anni”.

La Bielorussia rifiuta l’aumento di prezzo da 46 a 200 dollari imposti da Gazprom, che ha allora proposto di abbassare la cifra a 105 dollari in cambio della cessione di parte della compagnia bielorussa Beltransgas. Minsk non ha per ora accettato e minaccia di bloccare il transito di combustibile se Mosca chiuderà i rubinetti. Dalla Bielorussia passa il 20 per cento del gas russo diretto in Europa.