ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guerra del gas: l'UE sollecita Mosca e Minsk a trovare l'accordo

Lettura in corso:

Guerra del gas: l'UE sollecita Mosca e Minsk a trovare l'accordo

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli esperti del gas dell’Unione europea si riuniranno il 4 gennaio per fare il punto sulla disputa fra Russia e Bielorussia. Una disputa che potrebbe provocare una crisi energetica analoga a quella provocata l’anno scorso dal braccio di ferro fra Russia e Ucraina.

I negoziati sono fermi. Gazprom ha imposto l’ultimatum. Alexander Medvedev, il numero 2 del gigante russo del gas, ha ribadito che se entro il 1° gennaio Minsk non avrà firmato il contratto, sarà fornito al sistema di transito bielorusso solo il gas previsto nei contratti con i clienti europei. “Nella speranza – ha detto – che la Bielorussia non cerchi di sottrarre carburante, perché questo sarebbe assolutamente in contraddizione con le pratiche internazionali”.

Gazprom aveva imposto un aumento del prezzo del gas da 46 a 200 dollari per 1.000 metri cubi. Poi ha abbassato la cifra a 105 dollari, chiedendo in compensazione una partecipazione alla rete di gasdotti bielorussi Beltransgaz.

Il Commissario europeo all’energia Andris Piebalgs ha sollecitato una rapida soluzione dei negoziati.

A fare le maggiori spese della guerra del gas sarebbe la Polonia, che dipende dalla Russia per oltre il 40 per cento dei suoi approvvigionamenti.