ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Paesi africani e arabi: si ritiri l'esercito etiope

Lettura in corso:

Paesi africani e arabi: si ritiri l'esercito etiope

Dimensioni di testo Aa Aa

Se il Consiglio di sicurezza dell’Onu non è arrivato a formulare una risoluzione comune, la Lega Araba e l’Unione Africana parlano con una sola voce: le truppe etiopi si ritirino dalla Somalia. L’esercito di Addis Abeba, ormai a pochi chilometri da Mogadiscio, ha annunciato un assedio della capitale fino alla resa dei combattenti delle Corti islamiche.

Domenica l’Etiopia ha dichiarato guerra alle milizie musulmane, considerandola una guerra contro terroristi alleati dell’Eritrea.

E in poco tempo i combattenti islamici si sono ritirati da posizioni chiave, ammettendo di avere bisogno di rinforzi.

“Abbiamo una missione – ha detto il premier etiope Meles Zenawi – Abbiamo già portato a termine più di metà di questa missione. Non ci vorrà molto tempo per completarla. Presto ce ne andremo”.

Ma il ritiro delle milizie potrebbe essere un pericoloso cambiamento di tattica, avvertono gli analisti: l’inizio di una lunga guerriglia.

Al Qaida in Iraq ha lanciato un appello a tutti i musulmani a sostenere i combattenti somali.

Non esiste un bilancio ancora delle vittime di questa settimana di scontri, ma la Croce rossa dice che i feriti sono almeno 800 e centinaia potrebbero essere i morti.