ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Somalia: si torna al tavolo delle trattative

Lettura in corso:

Somalia: si torna al tavolo delle trattative

Dimensioni di testo Aa Aa

Le milizie islamiche somale hanno subito ingenti perdite in combattimenti contro le forze governative nei pressi di Baidoa. Ma proprio mentre sul terreno infuriavano gli scontri, i leader delle due parti hanno accettato di ritornare al tavolo dei negoziati di pace.

Il governo somalo, rifugiato a Baidoa, dice di aver ucciso o ferito centinaia di miliziani delle corti islamiche che si erano spinti fino a una trentina di chilometri dalle sue postazioni. Gli estremisti islamici non hanno negato i combattimenti ma dicono di essersi trovati di fronte soldati provenienti dall’Etiopia, non truppe governative somale.

Intanto l’inviato dell’Unione Europea, il commissario Louis Michel, è riuscito a convincere sia l’esecutivo in esilio sia i ribelli, che controllano la capitale Mogadiscio, a riprendere le trattative. “La violenza non risolverà il conflitto – ha detto Michel – c‘è solo un modo per uscirne: rilanciare il processo di pace di Khartoum”. Le parti si incontreranno quindi nella capitale del vicino Sudan ma non è stato ancora deciso quando. Se non risolto, il conflitto somalo rischia di estendersi a tutto il Corno d’Africa. All’interno della Somalia hanno già inviato truppe anche l’Etiopia e l’Eritrea.