ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La fantapolitica ha fatto scandalo in Belgio.

Lettura in corso:

La fantapolitica ha fatto scandalo in Belgio.

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora polemiche infatti per la notizia farsa che l’altra sera ha lasciato di stucco i telespettatori sintonizzati sulla tv pubblica RTBF. “Le Fiandre hanno proclamato l’indipendenza, il Beglio non esiste piu’ e il re ha lasciato il paese”. Poche parole che hanno immediamente scatenato un polverone. C‘è chi, come questa donna, minimizza sullo scherzo definendolo senza senso. “Io non ho visto la trasmissione, ma gli autori sono degli idioti, dei pazzi, dice questo signore, vogliono solo portare caos in questo paese”.

Tra le tanti opinioni c‘è anche quella di chi reagisce con filosofia. “ Il Belgio è la patria del surrealismo ma a me sembra che i belgi stiano perdendo il loro senso dell’umorismo”. C‘è poi chi ha perfino apprezzato la bufala. “ Grandioso. Sembrava veramente reale piu’ della vita vera”. Un caso politico per una messa in scena davvero ben orchestrata. Un messaggio di pochi secondi “ questa forse non è una fiction” e poi i titoli di un’edizione straordinaria del telegiornale che, annunciava la secessione delle Fiandre. Finte dirette con tanto di reazioni alla notizia.

Certo è che l’iniziativa dell’emittente non è per nulla piaciuta alla classe politica, in un Paese in cui ci sono forti diatribe fra i fiamminghi delle Fiandre e i francofoni della Wallonia. Sul caso è intervuto ieri anche il primo ministro belga Guy Verhofstadt.’‘Nel contesto attuale, e’ irresponsabile da parte di una rete della televisione pubblica, ha detto Verhofstadt, mandare in onda un programma nel quale si annuncia la fine del Belgio come una realta’ presentata da veri giornalisti’‘. Secondo il produttore si voleva solo far luce su un dibattito che appassiona tutti i belgi: quello sull’indipendenza delle Fiandre.