ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Casa Bianca prende tempo sul ritiro dall'Iraq

Lettura in corso:

La Casa Bianca prende tempo sul ritiro dall'Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

Bush rifiuta di decidere subito sull’Iraq. Non bastandogli il rapporto della commissione trasversale di studio, che una settimana fa gli ha consigliato di ritirare la maggior parte delle truppe entro la primavera del 2008, il presidente statunitense ha scelto di continuare i suoi colloqui personali. Ieri si è intrattenuto con i massimi responsabili della Difesa: “Sono in corso diverse consultazioni – ha detto George Bush – Come ho già annunciato renderò noti i miei piani al termine di una lunga e calma riflessione. Non ho intenzione di di prendere in fretta una decisione difficile “.

I contatti si sono moltiplicati anche con i leader iracheni. Sempre ieri Bush ha accolto alla Casa Bianca il vice-presidente del Paese, il sunnita Tariq al-Hashemi e ha sentito al telefono due dirigenti curdi. Lo scopo è convincere le varie fazioni irachene ad accordarsi sulla formazione di un blocco politico moderato e su un’equa ripartizione dei proventi del petrolio. Tutto questo mentre, secondo un sondaggio del giornale Washington Post, 7 americani su 10 sono a favore di un ritiro nel 2008.